L'IMMERSIONE RACCONTATA DA ...
Giorgio Corino

 


 

Con Rudy sul BR 20 di Arma di Taggia

 

Alle 9.23 del 12 giugno del 1940 il Fiat BR 20 mm.21503 decolla da Cascina Vaga (Piacenza) con altri 9 aerei per una missione di bombardamento sui campi d'aviazione francesi di Fayance e Hyeres. Ai comandi dell'aereo il giovane ufficiale pilota Simone Catalano. La formazione raggiunge gli obiettivi e compie la missione, ma la reazione della caccia francese e' rabbiosa; il BR 20 del tenente Catalano viene colpito ad entrambe i motori ( 2 Fiat A.80 RC.41 da 1000 cv. ciascuno) ed a stento riesce a raggiungere la costa italiana in prossimita' della quale ammara a circa 2 miglia al largo di Arma di Taggia. Il comandante Catalano, l'armiere Tommaso Ferri ed il marconista Salvatore Gaeta, feriti dai caccia francesi, scompaiono tra i flutti, mentre gli altri 2 membri dell'equipaggio, Aliani e Farris vengono tratti in salvo da alcuni pescatori.
55 anni dopo, per l'esattezza il 3 giugno del 1995 alle ore 12 circa, l'amico Rudy Crespi del Centro Immersioni Aton di San Remo, ci trasporta con il suo nuovo gommone (un 5.70 motorizzato Mercury 70 cv.) sulla verticale del relitto. Oltre a Rudy ed al sottoscritto, partecipano all'immersione il dr.Dario Cazzella di Casalpusterlengo ed un certo Simone amico di Rudy. Tempo buono, mare mosso, freddo dopo i 30 metri. Il BR 20 e' ben visibile adagiato sul fondo. Lo percorro con grande emozione; ne conosco la storia e cerco di immaginarmi l'accaduto. Della fusoliera non rimane che la struttura tubolare, mentre la parte delle ali che ospita i motori e' ben conservata. Le pale delle eliche si sono piegate per l'impatto con l'acqua, ma non tutte, segno che i motori erano fermi. Perfettamente visibile la mitragliera dorsale (Safat cal.12.7) ed il posto di pilotaggio. Risaliamo dopo 29 minuti da una profondita' massima di 47.6 metri. Ho effettuato l'immersione con una vecchia momopezzo da 5 mm ormai collassata ed ho patito un freddo cane! La sera, in previsione della spedizione del giorno dopo sul relitto del sommergibile Rubis, acquisto da Polo Sub una bella semistagna Free Shark!!
Questa immersione, di cui ho realizzato un breve filmato, mi e' sempre stata particolarmente cara in quanto sono un appassionato della storia dell'aviazione militare italiana nel 2 conflitto mondiale e lo e' immensamente di piu' da quando il caro Rudy ci ha lasciati. La consiglio agli amici sub con una certa esperienza, visto che la si effettua nel blu lontano dalla costa e ad una quota gia'impegnativa.

Giorgio Corino

 

 


torna al LogBook

torna alla HomePage di Diveitaly