L'IMMERSIONE RACCONTATA DA ...
Onda  

 


 

Viaggio al centro della Terra...     

Viaggio al centro della Terra... o almeno l'inizio !!!

Questo è solo uno dei tanti pensieri che ho avuto ieri sera, durante una delle immersioni più suggestive che ho fatto finora, senza dubbio la più originale.

La settimana scorsa la telefonata: ti andrebbe di fare un tuffo alla Grotta Giusti? Certo che si!!!
Curiosissima, ne avevo sentito parlare, ma in fondo non ne sapevo niente. Uniche notizie certe: immersione completamente in grotta; unica attrezzatura da portare: maschera e scarpette; acqua caldissima..... niente male, in novembre :-))))

Qualche giorno di attesa mentre cresce l'eccitazione e il timore per qualcosa di ancora sconosciuto: come sarà? speriamo di non scoprire proprio adesso di soffrire di claustrofobia!!!! chi lo sa, così diversa da qualunque grotta vista finora... però l'acqua è limpidissima, dicono...
Finalmente arriva venderdì sera... ci ritroviamo in questa notte fredda e stellata in un parco sulle colline pistoiesi... primo pensiero: mi sa che siamo matti...

Ci accompagnano in un'aula per il briefing... questa immersione così particolare va spiegata bene: "Ciao ragazzi, questa sera andiamo all'Inferno". Si comincia bene, penso.
Il moderno Virgilio (Marco), ci spiega tutto quanto, dall'ingresso nel Lago del Limbo fino al Paradiso attraverso Purgatorio, Stige, Caronte... ma non saranno pure un po' sadici questi qua? No, solo amanti dei classici, pare.

Bene, così istruiti e "rassicurati" scendiamo verso la grotta. Qualche momento per adattarci a questo ambiente così caldo e umido... ci vestiamo: solo costume, maglietta, calzari... che meraviglia!!!!
Indossiamo la maschera e il caschetto, bombola sulle spalle e partiamo. Un giretto nel Lago per capire come muoverci, e via!!!

Oltre un'ora fra andata e ritorno, passiamo da una camera all'altra, nelle prime possiamo anche riemergere... ci guardiamo, tutto a posto? problemi?
Mi sento un po' stordita, accaldata, il cuore batte forte... è normale, è così strana quest'acqua così calda... e poi l'emozione è forte... i giochi di luce sulle pareti, sulla superficie dell'acqua... ok
andiamo avanti.... passaggi in verticale, in orizzontale, in diagonale.... un paio di inevitabili ginocchiate, un graffietto, niente di grave...

Emozioni e pensieri corrono.... mi domando come sarà stato per i primi che l'hanno esplorata... chissà se sarei capace, se avrei abbastanza coraggio... e poi queste spaccature chissà dove arrivano... e quell'apertura così piccola... cosa ci sarà dall'altra parte... sarà meglio restare sul 'sentiero' conosciuto... certo però, la faglia arriva quasi a 2500 metri... giusto verso il centro della terra...
Ad un certo punto spengiamo tutte le luci.... piombiamo in un buio fitto... un attimo di disorientamento, un filo d'ansia... siamo pur sempre non solo sotto terra, pure sott'acqua... ma pensavo peggio... certo, sapere di avere i compagni e le guide lì a portata di mano non è poco.... bhe, almeno so che non soffro di panico e claustrofobia... e non è poco!!!!

Ritorniamo verso il Lago del Limbo, mi accorgo di essere stanca, emozioni e caldo mi hanno risucchiato tutta l'energia... l'aria fresca fuori dalla grotta però snebbia subito la mente... ancora gli occhi brillano... ma che fame!!!!
Inevitabile debriefing in pizzeria :-))))

Che serata !!!!!!

Onda




 

 


torna al LogBook

torna alla HomePage di Diveitaly