L'IMMERSIONE RACCONTATA DA ...
Michele  

 



La mia prima volta sulla HAVEN 

Premetto che l'immersione a cui fa riferimento il racconto è di qualche anno fa, ma mi fa sempre piacere raccontare la mia prima volta....

Finalmente, dopo esser stato costretto a rinunciare 15 giorni prima, ecco che mi si ripropone.
A Luco, confermando la mia presenza, ho detto che solo un "cagotto" mi avrebbe fatto saltare l'incontro con quel mostro che tutti mi hanno descritto come una tra le più affascinanti immersioni da fare.
Sabato mattina si parte, mi sono organizzato con la famiglia, meglio unire l'utile al dilettevole altrimenti mi rimane solo l'utile.

Pronti, via. In autostrada tutto procede bene fino a pochi chilometri dall'arrivo quando all'improvviso ... Cazz....spita piove, no diluvia ...
bip bip bip... Pronto Luca dove siete, Ah già lì, e il tempo?... fa schifo?
Ma, Ma, non ci posso credere. C'è stata la settimana più calda dell'anno (quasi 38°) senza contare le e-mail scambiate con Cristopher, Leo, Flavio e Luca che hanno arroventato la mia posta elettronica e il giorno che si decide per una immersione, piove.

Bhè non ci si arrende, Al porto ci sono tutti: I sopra citati; Betti, Mario, Mirko Stefano, Enzo etc. Dopo che sono state avvistate 3 trombe d'aria
incombere su un mare forza 7 arriva il ragazzo del diving (chiamalo ragazzo e chiamalo diving). Ci consultiamo, decidiamo e si parte. Qualcuno in cielo ci ha graziato, il peggio sembra essere passato, il mare resta comunque mosso ma ormai ci siamo.

Sul gommone, anzi sul canotto siamo pigiati come sardine, dalla banchina sembrava così grande. Luca si è gia bardato di tutto punto, lungo la
traversata ha abbassato la sua temperatura corporea di 10° e nella sua stagna ci sta benissimo, gli altri si guardano, nessuno vuole fare la prima mossa siamo così sudati che non vediamo l'ora di entrare in acqua.

"Hei Luca hai già pensato alle coppie?" "No, io scendo da solo"......panico. Mario si è appena organizzato con Betti e con metà dei sub, cribbio quelli vanno di brutto, io sono un pivello in confronto, come faccio? Con chi vado?

Calma Calma, ci sono Leo, Stefano, Mirko, Cris and Co. Vado con loro.
Cristopher mi da una mano anche a vestirmi, (le propri un brav bagai)... Sistemo le ultime cose SI SI ho tutto, ho anche la torcia fresca di carica. Avevo deciso di vestirmi in acqua ma l'operazione mi ha già stressato un po'. Pazienza sgonfio il gav e scendo.

2,5,6 metri..... Cazzo i guanti, e dire che Mario in un breafing improvvisato ci ha anche avvertito della presenza di ami sulla cima, fa
niente ormai sono troppo gasato e poi man mano che si scende comincia ad intravedersi quella sagoma... a 15 m vedo Leo che risale. Spero che non sia niente di grave, vado giù.

Che emozione ragazzi, e chi ha mai visto una cosa del genere. Ho tolto parte della zavorra e l'ho lasciata sul primo ponte. Ero li in piedi e avevo davanti ai miei occhi il più incredibile spettacolo a cui si possa partecipare. Cris, diventato il mio compagno, mi ha aspettato, l'ho visto
scendere attraverso una scaletta e l'ho seguito. Fantastico la visibilità era eccezionale, ci siamo diretti verso il fumaiolo ho guardato verso l'alto ed era tutto avvolto da centinaia di pesciolini. Guardo anche il manometro, l'aria ha cominciato a scarseggiare. Ho avvisato che sarei risalito e mi sono allontanato. Ho visto alcuni compagni di immersione dall'alto, Luca che "volava" all'interno del relitto.
Che meraviglia.

Recupero la mia zavorra e risalgo, mentre sto per terminare la deco penso che una relitto così va visitato almeno 3 o 4 volte, intanto mi affianca Mirko e via via tutti gli altri.

Unica nota stonata sono stati i malesseri da sballottamento di alcuni di noi risolti non appena i piedi hanno toccato terra. Leo è incazzato nero,
entusiasta della sua bombola nuova credo che farà ingoiare il residuo d'aria a quei dementi che l'hanno collaudata lasciandogli dentro olio e chissà quali altre schifezze.

Questo è quanto, non esagero nel dire che è stata, in assoluto, l'immersione più bella che abbia mai fatto, ma dato che la stessa cosa l'ho detta in Mar Rosso, alle Maldive, a Riva Trigoso e anche quando sono rimasto solo perché ho sbagliato strada, non mi resta che dire alla prossima.




 

 


torna al LogBook

torna alla HomePage di Diveitaly