DA SUB A SUB

 

 

UtilitÓ della boa segna sub

    Vi scrivo per segnalare che ho notato, facendo la guida, che ben pochi subacquei possiedono e sanno utilizzare la boa segna-sub. Ritenendola invece uno strumento molto utile, sia nelle immersioni in drift, sia quando il mare Ŕ formato, sia quando si riemerge nel blu in presenza di corrente; io non capisco e non condivido la sua scarsa utilizzazione.
La boa segna-sub inoltre non Ŕ nÚ molto costosa nÚ ingombrante.
Ai miei allievi spiego il suo impiego e la sua importanza nella specialitÓ "boat"del corso advanced, insieme alla tecnica dell'immersione in corrente.
Per chi non la conosce, la boa segna-sub si compone di un sacco di plastica, simile al fodero dei fucili, sagolato con una cimetta, lunga cinque metri, che Ŕ zavorrata con un piombino di pochi etti.
Essa pu˛ essere tenuta ben avvolta nella tasca del jacket; deve essere utilizzata soltanto alla profonditÓ della sosta di sicurezza, insufflandogli dentro aria dall'erogatore.Questa semplice operazione bisogna eseguirla dopo aver sfilato completamente la cimetta, che deve scorrere senza intoppi, una volta gonfiato il sacco.
La boa segna-sub migliora la visibilitÓ di un sub giÓ emerso e segnala la sua presenza giÓ durante la sosta di sicurezza. Ho inoltre verificato che essa aiuta i sub a mantenersi alla quota della sosta, se restano attaccati alla cimetta con un assetto negativo.
giorgiopapetti@tin.it
   


 


torna a da sub a sub