"Sub per l'Ambiente"

"Sub per l’Ambiente. 2002/2005: Progetto Biodiversità Subacquea del Mediterraneo" è la ricerca dell’Università di Bologna che coinvolge i cittadini nella valutazione dello stato di salute degli ambienti marini lungo le coste dei nostri mari. I subacquei sportivi, con il successo di alcuni progetti precedenti, hanno già dimostrato la loro capacità ad operare come controllori dell’ambiente marino. La ricerca, patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, trova quindi nei subacquei ricreativi e nei turisti "di superficie" protagonisti d’eccezione. Ad essi è chiesto di compilare un’apposita scheda di rilevamento in cui vengono indicati gli organismi incontrati nel corso delle immersioni e la loro abbondanza. La scheda di rilevamento è reperibile presso le scuole di subacquea e i centri d’immersione, nei siti internet delle agenzie di didattica subacquea IDEA, PADI, PSS, SNSI e SSI e in quello del gruppo di ricerca Marine Science Group. Fondamentale è la partecipazione delle agenzie di didattica subacquea operanti nel nostro paese e afferenti all’ADI SUB e all’RSTC Europe, sopra citate. Esse sostengono la ricerca mediante l’opera di sensibilizzazione dei subacquei alla compilazione delle schede. Rilevante per quest’ultimo punto è il ruolo sul campo degli istruttori e delle guide, ai quali spetta l’opera di coinvolgimento dei subacquei mediante briefing pre- e post-immersione. Le associazioni ambientaliste Underwater Life Project e Project Aware contribuiscono alla realizzazione dei programmi di educazione ambientale integrati al progetto. Ricercatori dell’Università si occupano della elaborazione dei dati per la valutazione oggettiva della qualità ambientale e della esposizione dei risultati. Il mensile di divulgazione scientifica QUARK (Rusconi / RAI) contribuisce a diffondere le problematiche e le metodiche della ricerca, ASTOI, l’Associazione dei Tour Operator Italiani, impegnata nella collaborazione con le istituzioni, le organizzazioni politiche, culturali, economiche, sindacali e di ricerca - nazionali, comunitarie e internazionali – per lo sviluppo di un turismo organizzato e sostenibile come fattore di progresso sociale, economico e culturale, sostiene le spese universitarie del progetto.

"BIOLOGI PER UN GIORNO"

Se sei appassionato di vita sottomarina non perdere questa occasione per dare il tuo contributo al monitoraggio degli ambienti marini: dopo le immersioni compila la scheda di rilevamento e partecipa a "Sub per l’Ambiente"! Così facendo, fornirai delle informazioni sul grado di biodiversità delle aree in cui ti sei immerso, utili a valutare lo stato dell’ambiente. Per informazioni sul progetto o sull’associazione no profit fondata dal gruppo di ricerca responsabile, visita www.marinesciencegroup.org

Scarica la scheda di rilevamento

Puoi scaricare la scheda di rilevamento in formato pdf seguendo la seguente procedura: clicca con il tasto destro del mouse sui sottostanti link e seleziona la voce "salva oggetto con nome":
Scheda:  Fronte  -  Retro
 

 






Torna a "Diveitaly per l'Ambiente"

vai alla HomePage di Diveitaly